Confettura di pesche con liquore amaretto e mandorle

Non è mica obbligatorio fare 10 Kg di marmellata alla volta! Io ho 1,5 Kg di pesche, giusto per farne 250g... bastano un tegame normale e tre vasetti.

Uso poco zucchero perchè facendone poca non ha bisogno di essere conservata a lungo. Per quantità maggiori conviene usarne di più.

Ingredienti:

  • pesche nettarine gialle: 1,5Kg
  • zucchero semolato: 250g
  • liquore amaretto: 1/2 bicchiere
  • limoni: uno
  • mandorle a lamelle: 50g

Procedimento:

Sbuccio le pesche e tolgo il nocciolo, le taglio a pezzetti piccoli e le metto in un tegame dai bordi alti.

Aggiungo lo zucchero, il succo filtrato del limone e il liquore e metto su fuoco dolcissimo, mescolando ogni tanto, per circa un'ora e un quarto.

Mentre la marmellata si cuoce sterilizzo i vasetti: li lavo bene con acqua e basta e li metto ancora bagnati in forno a 200° per 5 minuti, finchè le gocce d'acqua sono completamente evaporate.

Li tolgo dal forno con una pinza da cucina e li metto su un telo pulito a raffreddare.

Ho letto e applicato tante tecniche per sapere quando la marmellata è pronta, per evitare che sia troppo liquida o troppo densa... la goccia sul piattino congelato, la temperatura dello zucchero, la riga del dito sul cucchiaio di legno... ma alla fine nessuna spiegazione può sostituire l'esperienza... nonostante conoscessi tante tecniche ho fatto quintali di marmellata gnucca impossibile da spalmare... quindi adesso ci do a occhio: quando i pezzi di frutta sono trasparenti e iniziano a disfarsi e la parte liquida ha la densità dello sciroppo, è pronta.

Tenete presente che raffreddandosi si addenserà ancora un po'.

Appena tolgo la marmellata dal fuoco aggiungo le mandorle a lamelle, mescolo bene e la distribuisco subito caldissima nei vasetti, li chiudo e li volto a testa in giù. L'aria calda rimasta dentro al vasetto raffreddandosi si comprime creando il sottovuoto.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna